La Psicoterapia Sistemica Individuale

Un percorso che ci conduce a recuperare il nostro benessere psicologico

La psicoterapia individuale è basata sul rapporto emotivo e di fiducia tra paziente e psicoterapeuta e si svolge attraverso la parola, il colloquio, la riflessione.

E’ un percorso che ci conduce a recuperare il nostro benessere psicologico, eliminando il disturbo o il disagio che ci impedisce di vivere serenamente.

Si occupa dunque delle difficoltà psicologiche che compromettono il benessere personale e la qualità della vita della persona.

Difficoltà che si esprimono attraverso diversi canali: sintomi psichici, comportamentali, psicosomatici che possono avere differenti gradi di gravità.

La psicoterapia decodifica la nostra sofferenza e fa leva sulle nostre risorse latenti atte a produrre il cambiamento verso un nuovo e più stabile equilibrio, e a costruire una diversa modalità di rapportarsi agli altri, favorendo il senso di autonomia e l’attivazione di nuove risorse anche in altri contesti e in diverse situazioni.

Il percorso terapeutico ad indirizzo sistemico relazionale è un processo intenso e unico; chi decide di intraprendere un cammino come questo sta vivendo un momento di estrema difficoltà e confusione, tuttavia già l’aver chiesto aiuto rappresenta il primo e più importate passo dell’intero processo.

Non si tratta di una trasformazione superficiale, limitata al semplice apprendimento di nuove informazioni o di nuove tecniche, ma di un cambiamento sostanziale a livello sia del pensiero che dell’azione.

Si parla di psicoterapia sistemica individuale perché la persona ricapitola in sé le regole del sistema di cui fa parte ossia la famiglia di origine e tende a riprodurre nelle relazioni significative e durevoli la stessa relazione che ha con il proprio sistema familiare di appartenenza.

In quest’ottica, la famiglia diventa un’importante fonte di informazioni e la persona ha bisogno di riflettere sulla propria storia per trovare o meglio ritrovare il senso di alcune importanti esperienze emozionali e di alcuni personali stili automatici di relazione.

Questa prima fase viene completata durante i primi incontri, al termine dei quali si stabiliscono tappe e obiettivi del percorso terapeutico, ovviamente elaborati e condivisi con il cliente; la prima ipotesi consente al terapeuta di capire dove si colloca l’individuo nel suo contesto relazionale (coppia, famiglia di origine, famiglia attuale, contesto di studio o di lavoro, amici ecc) e di capire i modelli relazionali efficaci e di ricostruire i modelli relazionali disfunzionali che alimentano il problema.